Pensieri Folli

Tue, 23 Dec 2008 13:51:42 +0000

Tentativi goffi: Carlucci contro i pirati

Filed under: Generale — Tag:, , — pacatoegentile @ 13:51:42

Oggi parliamo del fantastico articolo del nostro onorevole G.Carlucci disponibile qui:
http://www.gabriellacarlucci.it/2008/12/19/i-pirati-informatici-spendono-di-piu/ .

Non voglio dilungarmi in attacchi puerili sul fatto che una ex subrette sia diventato un nostro politico ecc. ecc., lascio il beneficio del dubbio e la facolta’ di ritenere che la persona possa avere delle qualita’ come nostro rappresentante nel mondo.

L’onorevole pero’ alle volte, prende dei grossi abbagli e nel tentativo di dare un punto di vista diverso sulla violazione del copyright – che lei chiama erroneamente pirateria informatica – rilascia delle chicche che fanno accapponare la pelle.

Il sunto dell’articolo e’ piu’ o meno questo: per scaricare i filmmms e la mmmusica illegale devi avere un pc (costo), cambiarlo spesso (altro costo) o aggiungerci spesso altre “parti” (altro costo), comprare DVD/CD/HD/USB per metterci i materiali illegali (altro costo), pagare l’adsl (altro costo), usare l’energia elettrica (altro costo) .

In particolare sulla questione energia l’on dice chiaramente :

se infatti mediamente la potenza consumata dal computer e’ di 300 Watt (nei casi di PC ben equipaggiati tale consumo puo’ essere anche superiore, esistono in commercio alimentatori per PC che arrivano fino a 600 o 800 Watt )e il PC rimane acceso per una decina di ore al giorno, facilmente potremo quantificarne il consumo moltiplicando il consumo (espresso in KiloWatt) per il numero di ore di utilizzo, nel nostro caso quindi 300 W = 0,3 KW da moltiplicare per 10 ore , ovvero 3KWh.

Beh onorevole, il mio fu professore di fisica rabbrividirebbe di fronte a questa argomentazione; anche se i numeri son giusti le unita’ di misura no, il risultato finale e’ infatti 3KW e non 3KWh come lei sostiene, infatti si parte da consumi per ora per arrivare ad un consumo TOTALE e non viceversa; ma andiamo pure avanti, tacciatemi pure di (inutile) pedanteria scientifica, tanto non serve a far carriera o a diventare politici (ahime’). (*)

Per quanto riguarda il resto dell’argomentazione, dire che fa sorridere e’ dire poco: sicuramente chi si prodiga nella pirateria informatica possiede gia’ l’attrezzatura (pc e ADSL flat) e lo utilizza (giochi/chat/navigazione web).
L’unico costo aggiuntivo del pirata informatico sarebbero quindi i CD/DVD vergini (o l’eventuale hard disk aggiuntivo) nei quali riversa il materiale illegale per una visione successiva.

Caro onorevole, tali materiali sono stati opportunamente tassati per cui una percentuale del loro costo viene dato direttamente alla SIAE proprio per rimborsare gli autori dell’eventuale utilizzo piratesco di tali supporto.
Tale tassa e’ stata anche chiamata equo compenso e si applica anche quando uso quel supporto per registrarvici sopra le foto delle mie vacanze o i video idioti che faccio coi miei amici.
Dunque come vede e’ una tassa ingiusta, che io pago anche per un utilizzo lecito di tali supporti; fondamentalmente una tassa che parte dal concetto che l’acquirente sia colpevole a priori, giuridicamente anticostituzionale quindi.
Diro’ di piu’: se mi mettessi nei panni di un pirata informatico mi sentirei giustificato, proprio da questa tassa, a scaricare materiale illegale.

Inoltre caro onorevole, il film scaricato da internet e’ senza quell’inutile pubblicita’ sulle prossime uscite, pubblicita’ che mi viene data senza che io la richieda e che non posso saltare con “l’avanti veloce”, nonche’ i mitici spot anti pirateria di cui vi metto una versione comica

Un altro punto sul quale mi piacerebbe il nostro onorevole dicesse qualcosa e’ il fatto se sia effettivamente necessario prolungare i diritti delle “opere” fino a 95 anni.

Caro onorevole, ben venga la lotta alla violazione del diritto d’autore, ma con argomentazioni valide, e con uno sforzo anche verso i diritti dei consumatori contro tecnologie come il DRM, l’impedimento alla copia di backup, le tasse inique (l’equo compenso, il bollino siae), le leggi con sanzioni inamissibili.

E – visto il fallimento delle campagne contro la violazione del diritto d’autore – perche’ non pensare ad una revisione della legge che tuteli sia l’autore che il consumatore ?

(*) su segnalazione di destynova sono andato a ricontrollare la definizione di Watt, ahime’ l’ignorante in materia fisica e’ il sottoscritto non l’onorevole Carlucci, che presenta dati formalmente corretti. Per punizione andro’ in ginocchio sui ceci fino alla casa del mio professore di fisica.

Annunci

Fri, 19 Dec 2008 23:43:51 +0000

Vaticano contro Onu: tra il ridicolo e la pazzia

Filed under: Generale — Tag:, — pacatoegentile @ 23:43:51

Avevo deciso di lasciar perdere il blog per un po’ ma vedo che al vaticano non riescono a star buoni

Ennesimo attacco, attacco contro tutti per essere precisi, casomai vi fosse qualcuno pronto ad accusarmi di filo-omosessualita’ .

secondo il vaticano infatti l’obiettivo della francia non sarebbe quello di tutelare l’omosessualita’ ma:

l’obiettivo non è quello di tutelare diritti fondamentali ma affermare l’identità di genere che supera la differenza biologica uomo-donna e stabilisce che gli orientamenti sessuali sono frutto della cultura. Da qui la strada è aperta, per il quotidiano della Santa Sede, al matrimonio fra persone dello stesso sesso e all’adozione dei bambini da parte delle coppie gay così come alla procreazione assistita, tutto in base a un concetto astratto di individuo.

Fermatevi un secondo: gli orientamenti sessuali frutto della cultura.. uhm non e’ gia’ cosi’ ? Oggi van di moda le bionde, tutti dietro alle bionde, tutte le donne che si fanno bionde.
Prendete le foto delle miss e delle modelle di 20 – 30 anni fa, vi provocano lo stesso rimescolamento che vi provocavano allora ? no.
Perche’ ? forse perche’ l’orientamento sessuale viene influenzato molto (se non del tutto) dalla cultura no ?

Non siete daccordo? beh, andiamo avanti fino al punto in cui si parla di “concetto astratto di individuo”.
Ci ho pensato molto e ancora non ho capito che cosa vogliano dire quindi sono andato avanti..

“In tal modo, introducendo tali categorie, si dà impulso al falso convincimento che l’identità sessuale sia il prodotto di scelte individuali, insindacabili e, soprattutto, meritevoli in ogni circostanza di riconoscimento pubblico”.

Eh beh, adesso la gente va in giro e pretende di decidere la propria identita’ sessuale e che la gente non ti rompa le scatole per questo; assurdo! e domani magari qualcuno andra’ in giro a dire che la terra gira attorno al sole, confutando le sacre scritture.

E meno male che un po’ piu’ sopra avevano detto che

“La Chiesa Cattolica, del resto – afferma la nota non firmata dell’Osservatore – basandosi su una sana laicità dello Stato, ritiene che gli atti sessuali liberi tra persone adulte non debbano essere trattati come delitti da punire”.

No non sono delitti, sono cose che uno deve tenere per se’, cose da fare nel segreto della propria casa e da non raccontare in giro perche’ sono peccato.

Cioe’ il vaticano si indegna perche’ adesso la gente vorrebbe essere accettata per quella che e’ ?

Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave sanza nocchiere in gran tempesta, non donna di province, ma bordello!

Tue, 09 Dec 2008 23:50:29 +0000

Beer goggles

Filed under: Uncategorized — Tag: — pacatoegentile @ 23:50:29

Finalmente sono arrivati anche in italia!
cosa? direte voi, ma sto parlando dei beer goggles!

Come funzionano? Beh funzionano esattamente come funziona la birra:

con l’aumentare della birra in corpo la persona davanti a voi passera’ da
– o mio dio!
– uhm passabile
– carino
– wow!!

Tue, 02 Dec 2008 22:37:22 +0000

Disabili, no Vaticano alla Convenzione “Manca il divieto esplicito di aborto”

Filed under: Generale — Tag:, — pacatoegentile @ 22:37:22

Blog su WordPress.com.