Pensieri Folli

Fri, 07 Nov 2008 21:42:08 +0000

Politica e Gossip: avete rotto i coglioni

Filed under: Politica — Tag:, , — pacatoegentile @ 21:42:08

L’america – se qualcuno ancora non lo sapesse – ha deciso per obama, ha scelto di cambiare strada forse anche merito della paurosa crisi economica in cui stanno.

Ovviamente la reazione italiana ha sottolineato il colore del presidente, con titoloni di dubbio gusto tipo quello di repubblica “L’AMERICA CAMBIA COLORE” .

Quindi la stoccata finale dal nostro amatissimo presidente del consiglio che prima , sottolinea la giovane eta’ del neo presidente e suggerisce che potrebbe dargli qualche buon consiglio vista la sua eta’ e la sua esperienza, poi esce tranquillamente affermando che e’ “bello giovane e abbronzato” .

Questo ha generato un vespaio di critiche, fortunatamente solo dai media al momento, Obama ha semplicemente ignorato i commenti, mentre migliaia di italiani si affannano a chiedere scusa nei vari blog in giro.

Sara’ che son cresciuto completamente estraneo alla questione razzista (per lo meno quella bianco – nero) ma ho impiegato un po’ a capirne il significato che tutti volevano dargli.

Personalmente la frase e’ per lo meno di dubbio gusto e imprudente: considerando che qui siamo immersi da missili nucleari e basi americane il minimo che si potrebbe fare e’ fargli i complimenti e BASTA senza bisogno di tirarci addosso i riflettori mondiali.

Ma lui no, la nostra diva egocentrica voleva risaltare dalla massa di complimenti anonimi, voleva strafare ed eccoci di nuovo svergognati mondialmente.

A questo aggiungiamo gli altri possibili significati della frase: bello giovane e abbronzato lo dico alla fotomodella/o, all’attrice/attore, alla velina, non certo ad uno che fa politica e che con le sue decisioni potrebbe trasformare il nostro pianeta in un immenso sahara; se proprio voglio un analogo politico usero’ termini come “grintoso, sagace e in forma” o “aperto, pronto a tutto, inarrestabile” , insomma silvio!, stai parlando al futuro presidente degli stati uniti, mica al ministro delle pari opportunita’ italiano!

Poi ho pensato che volessi prendere per il culo medvedev, ma mi son ricreduto, era troppo fine come mossa e se poi lo zio putin taglia il gas ti ritrovi mezza italia incazzata sotto casa.

Poi sono entrato nella logica delle tue parole: Bello; secondo te caratteristica fondamentale per un leader eh ? l’asso nella manica per conquistare la merkel !

Abbronzato.. sai chi si abbronza? chi non fa un CAZZO dalla mattina alla sera, non certo uno che lavora come un cane per pagare le bollette, o neppure un altro che si presuppone sia li’ pagato per mettere a posto i problemi della propria nazione.

Giovane.. no caro silvio, obama non e’ giovane, ha 47 anni, sei tu silvio che sei vecchio, anzi una mummia, sei tu (e con te il 90% delle camere) che sei radicato nell’idea che a governare un paese ci debba andare un vecchio, magari con gia’ i nipotini.

Cosa ne sai tu delle esigenze di un trentenne, di una famiglia di oggi? Cosa puoi capirne degli sforzi che fanno i giovani imprenditori o i giovani lavoratori ? Ce l’ho con te si, ma stai tranquillo, ce l’ho anche con tutti gli altri politici italiani , “opposizione” compresa .
Cosa ne sapete di cosa deve affrontare uno che vuole aprire un’azienda oggi, di uno che vuole comprare la sua prima casa, di uno che si e’ appena sposato o che e’ appena diventato padre/madre.

Le vostre politiche, leggi, proposte, – TUTTE! sia da “destra” che da “sinistra” – non sono altro che finzioni atte a bloccare qualsiasi innovazione o progresso, sia sociale che economico che scientifico.
La vostra premura e’ quella di mantenere le stesse persone al potere e di far si che NESSUNO possa minarlo, concedete al massimo al figlio del potente di rimpiazzarlo ma NULLA DI PIU’.

Non esiste che qualcuno possa arricchirsi perche’ bravo pronto o semplicemente fortunato.
Non esiste che qualcuno possa impoverirsi perche’ incompetente ignorante o semplicemente sfortunato se proprio butta male intervenite coi soldi nostri a tirarlo su.

SONO SEMPRE I SOLITI NOMI CHE GIRANO si vedono sempre le solite facce, una volta in confindustria, il giorno dopo all’eni o a Telecom Italia, oppure da qualche altra parte.

Il vostro tempo lo avete gia’ fatto, fate un piacere a voi e all’italia: TOGLIETEVI DALLE PALLE E ANDATEVENE IN OSPIZIO, noi dobbiamo ricostruire il paese .

Annunci

Yes they can, no we Can’T

Filed under: Politica — Tag:, , — pacatoegentile @ 11:48:38

Approfitto delle elezioni americane e del bel discorso del futuro neo presidente (Bush rimane in carica ancora per due mesi e mezzo), un discorso che ha riempito di fiducia anche il sottoscritto.

Certo, sono solo parole alle quali devono seguire i fatti, ma almeno sembra un buon inizio no?

Colto alla sprovvista da questo piacevole ottimismo ecco che poi ricevo prontamente la mazzata sui denti leggendo la decisione dei garanti del PD sull’episodio Binetti.
Riassumo brevemente per coloro che non siano informati sui fatti: l’on. senatore binetti in un’intervista al corriere della sera, collega tranquillamente pedofilia e omosessualità:

Non dimentichiamo che proprio recentemente si è verificata la situazione drammatica dei preti pedofili. E la pedofilia ha a che fare con la omosessualità?
Stiamo attenti. Il documento della Congregazione per l’Educazione cattolica parla di tendenze omosessuali fortemente radicate.
Quindi?
Quindi queste tendenze omosessuali fortemente radicate presuppongono la presenza di un istinto che può risultare incontrollabile. Ecco: da qui scaturisce il rischio pedofilia. Siamo davanti ad un’emergenza educativa.
Educativa?
Ma sì. Il compito dei pastori della Chiesa si esplica al massimo proprio con i giovani, giovanissimi. Non mi stupisce che il Santo Padre abbia voglia di avere sacerdoti sani, sportivi, vissuti come modelli potenziali. Per questo ha ribadito anche l’importanza della castità. Perché…
Perché?
La pedofilia, in fondo, c’è anche nei confronti delle ragazzine. Anche se molto meno frequente.

( tratto da qui ).

Ciò ha fatto infuriare non poche persone tra cui, Andrea Benedino componente dell’assemblea costituente nazionale del Pd, il quale ha fatto ricorso formale alla commissione di garanzia chiedendo esplicitamente di sbattere fuori il senatore.

Da qui è seguito il solito altarino di botte e risposte, scuse ma non scuse, sconfessamenti ma anche no, vittimismo e chi più ne ha ne metta; insomma la solita bagarre in cui si ritratta si rimescola il tutto, si cambia argomento ecc. ecc.

Tuttavia ero terribilmente ottimistico e pensavo: “Beh ma questa volta sbattono fuori la binetti no ? si è suicidata politicamente, ha detto in pubblico quello che doveva tenere per sè, ecco finalmente l’occasione per togliersi un pericoloso sassolino nelle scarpe e far vedere che cosa voglia dire Partito Democratico. Ecco che finalmente nasce una valida alternativa laica, ecco che l’opposizione prende “posizione”. Finalmente apparirà chiara la differenza tra PD e PDL”.

Ero troppo ottimista, infatti la decisione finale della commissione dice:

(DIRE) Roma, 4 nov. – “L’ordinamento del Partito democratico non prevede sanzioni specifiche legate alle dichiarazioni personali e alle altre manifestazioni del pensiero effettuate dai suoi aderenti o iscritti. Non e’ applicabile alcuna sanzione in ordine alle dichiarazioni rese dall’onorevole Binetti”. Dopo Walter Veltroni, anche i garanti del Pd, al termine di una riunione nel pomeriggio di oggi, respingono i ricorsi presentati contro la deputata Paola Binetti per le sue dichiarazioni sul legame tra omosessualita’ e pedofilia. “La Commissione- continuano i garanti- tiene tuttavia a sottolineare che i documenti fondativi del Partito democratico, sui quali si basa l’azione del Pd e nei quali si riconoscono tutti i suoi iscritti e aderenti, sottendono una prioritaria difesa della dignita’ della persona nonche’ l’impegno a combattere ogni forma di discriminazione” come riconosciuto dal primo articolo dello “statuto nazionale”, dal “manifesto dei valori” e dal “codice etico”. “Tutto cio’ implica evidentemente- concludono i garanti- anche l’impegno ad evitare di alimentare ogni inaccettabile pregiudizio che possa condurre alla discriminazione delle persone in ragione dei propri orientamenti sessuali”.

Tradotto: fingiamo che la binetti abbia esternato un pensiero personale, fingiamo che non abbia detto nulla ma sia solo vittima di un fraintendimento.

E’ stato come prendere una secchiata d’acqua fredda

Non vi può essere coerenza in un partito se nei suoi componenti c’e’ gente che pensa una tesi e la sua antitesi, è come essere su una barca dove uno rema avanti e un altro indietro: non si va da nessuna parte, si resta fermi lì, immobili come il semaforo di guzzanti.
Con queste premesse, con che coraggio mi si vuole proporre il PD come alternativa al PdL ? Se neppure in campo sociale vi e’ una vera differenza di programma, se neppure il PD prende in considerazione la situazione del mondo gay, perche’ votarli ? sono uguali al PDL, anzi sono peggio, perche’ si aggiunge l’aggravante dell’ipocrisia e si rasenta la truffa.

Si, l’america può cambiare e alla prima occasione ha deciso di farlo, noi no, se anche volessimo non potremmo.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.