Pensieri Folli

Thu, 22 May 2008 19:15:27 +0000

La ricerca e la mafia

Filed under: Generale — Tag:, — pacatoegentile @ 19:15:27

Leggo molto spesso che lo stato taglia i fondi alla ricerca, che i ricercatori sono in fuga per l’estero ecc. ecc.

La mia piccola esperienza di ricerca nelle universita’ e’ stata alquanto deludente: professori che sfruttano i ricercatori e poi firmano l’articolo, ricercatori che sfruttano i dottorandi mettendoli a lavorare su ricerche impossibili e poi accapparrandosene i meriti e dottorandi che sfruttano studenti meritevoli.
Insomma la solita catena di sfruttamenti – non pagati – e i soliti baroni che ne approfittano.

A questo aggiungiamo che, come cittadino, se posso capire finanziamenti alla ricerca scientifica per migliorare la vita di tutti noi, mi risulta difficile comprendere quale sia l’investimento nella ricerca umanistica, volta a mantenere un mondo di persone che – personalmente – ritengo snob e inutili.
Meglio investire sulla ricerca filologica di dante oppure meglio dare un tetto ai disagiati ? io personalmente sono per la seconda ipotesi, di dante ci occuperemo quando non avremo persone che muoiono perche’ sotto la soglia di poverta’ o perche’ senzatetto.

Mi son trovato di recente a essere chiamato come consulente da un gruppo di ricerca che aveva la necessita’ di rendere ottimali e visibili i propri lavori, per permettere alla comunita’ di accedervi con semplicita’, un progetto lodevole funzionale e finanziato dalla comunita’ europea.

Dopo 6 mesi di riunioni e brain storming e progetti su come realizzare il tutto alla fine il tutto finisce nel nulla: sono comparsi i soliti “amici” di uno del gruppo di ricerca i quali di punto in bianco vincono il concorso pubblico (guarda caso erano presenti solo loro a tale concorso).

Il gruppo di ricerca afferma che c’e’ stato un disguido burocratico ma che tali persone rigireranno la consulenza a me quindi non mi devo preoccupare e continuare il progetto.

Alla fine gli “amici” mi propongono di realizzare un progetto completamente differente da quello pattuito col gruppo di ricerca e mi offrono la meta’ della parcella da me concordata, ovviamente rifiuto e rigiro
loro la mia parcella con i costi da me sostenuti fino a quel momento affermando loro che se ci sono problemi potrenno poi “rigirare” tale parcella al gruppo di ricerca in quanto io per “motivi burocratici” non posso.

Al di la’ del tempo perso e del mancato guadagno il nervoso maggiore proviene dal fatto di vedere uno spreco di denaro pubblico – quindi anche mio – per la realizzazione di un progetto che e’ stato modificato ad hoc non per aiutare il gruppo di ricerca ma le necessita’ della ditta di quegli “amici” e il tutto gestito con assoluta tranquillita’ da persone che poi si lamentano dell’assenza dello stato nell’aiutare la ricerca scientifica in italia ecc. ecc. oltre al danno la beffa di beccarmi quest’ipocrisia di fondo.

La prossima volta ci pensero’ due volte prima di devolvere il 5 %0 alla ricerca .

Annunci

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: