Pensieri Folli

Wed, 14 May 2008 13:50:54 +0000

Primo carnera

Filed under: Generale — Tag:, , , , — pacatoegentile @ 13:50:54

E’ uscito il film dedicato a primo carnera, un pugile italiano che ha combattuto dal 1928 al 1938 e il primo a vincere il titolo dei pesi massimi.

La storia di Carnera e’ una storia difficile nota per lo piu’ agli appassionati: la storia di una persona che fisicamente avrebbe potuto spezzare chi gli si parava davanti ( 2 metri e 5 per 120 kg) ma che per la sua bonta’ e la sua ingenuita’ ebbe moltissimi problemi.

Nasce in provincia di pordenone agli inizi del ‘900 quando erano piu’ le persone che emigravano che quelle che rimanevano: una zona povera ben lontana da quello che e’ oggi.

La carriera di pugile inizio’ in francia mentre era da uno zio e curiosamente il primo incontro in italia fu aspramente criticato dalla stampa nazionale che parlo di incontro truccato, la stessa italia che poi lo acclamo’ eroe nazionale una volta vinto il titolo per poi dimenticarlo frettolosamente una volta caduto in disgrazia.

La particolarita’ di questo pugile e’ sicuramente la sua bonta’ e la sua ingenuita’: divenne icona del fascismo perche’ abbagliato dal senso nazionale, venne criticato per il fatto che molti suoi incontri sembravano truccati anche se dopo anni si puo’ affermare che Carnera ne fosse estraneo.

La figlia, presente alla prima del film ha commentato cosi’ :

…ci ha trasmesso la dedizione e la cura verso gli altri. Ci ha insegnato che nessuno rimane in cima per sempre e che il vero carattere di una persona si giudica da come affronta la discesa. Era un uomo dolcissimo e tenero. So che il regime fascista lo elesse a icona, ma la verità è che il regime usò mio padre, come usava ogni sportivo di quei tempi. Papà non è mai stato fascista e non apparteneva a nessun partito politico. Adoravo mio padre, ero rapita dal suo coraggio e dalla sua forza, sia fisica sia spirituale. Amava la letteratura classica, l’arte e l’opera. Cercava sempre di migliorarsi e ha voluto fortemente che mio fratello e io studiassimo. Quando mi sono diplomata a Los Angeles, si trovava in Australia e mi ha mandato un telegramma e un mazzo di rose rosse, scusandosi di non poter essere con me. Mentre ricevevo il mio diploma, ho cercato mia mamma seduta in prima fila e vicino a lei c’era mio padre. Aveva fatto il viaggio dall’Australia a Los Angeles per assistere alla cerimonia. Poi ripartì quella sera stessa”.

Per quanti vogliano approfondire ecco un link

Annunci

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: