Pensieri Folli

Wed, 02 Aug 2006 12:40:10 +0000

Informazione II

Filed under: Generale — Tag:, , — pacatoegentile @ 12:40:10

Vorrei continuare a parlare di informazione perche’ e’ un argomento che mi sta molto a cuore.
Viviamo nell’era dell’informazione, Ma di che tipo ?

E’ un’informazione pilotata e filtrata: e’ impensabile pensare che ci venga dato TUTTO senza filtri, vediamo il perche’.

Da un punto di vista pratico e’ praticamente impossibile mantenere un’informazione su tutto: troppi avvenimenti nel mondo per semplicemente pensare di documentarli tutti.

Poi c’e’ la componente commerciale: l’informazione costa e ci deve un ritorno economico minimo;
i giornali ormai vivono di inserzioni pubblicitarie cosi’ come le televisioni; quindi e’ meglio fare servizi/articoli su cose che possano attirare l’attenzione piuttosto che informare genericamente la gente e perdere share o perdere lettori.

A questo aggiungiamo paure velate degli editori, dei responsabili di redazione: un articolo che critica la politca del governo, che critica le scelte in campo di equilibri mondiali ecc. ecc. potrebbe non piacere a persone influenti, quindi meglio non rischiare.

Infine mettiamoci un po’ di paranoia da governo ombra: gestire una popolazione mediamente ignorante e’ piu’ facile che gestire una popolazione di acculturati e liberi pensatori anche perche’ e’ facile criticare scelte di cui non si e’ daccordo quando non si sta dalla parte dei bottoni.

Ora estendiamo il tutto a livello mondiale: diciamo che, per questione di costi i corrispondenti esteri dei quotidiani e delle televisioni sono ridotti al minimo; creiamo quindi delle aziende molto potenti il cui lavoro sia creare informazioni da rivendere poi ai network televisivi ai giornali di tutto il mondo.

In questo modo si perde la pluralita’ direttamente alla fonte del fatto stesso: solamente un corrispondente ha visto il bambino con la gamba mozzata dalla bomba in libano, dal fatto da lui riportato (con il suo punto di vista) sono poi stati prodotti gli articoli sui quotidiani locali e nazionali in germania, francia, inghilterra, italia america e farciti di opinioni di persone che neppure hanno visto il fatto.

Stessa cosa dicasi per il servizio televisivo, che andra’ a fare un bel minestrone degli articoli letti in giro.

Ecco quindi che abbiamo perso la pluralita’ dell’informazione; anche cercando sul web la notizia il risultato non cambia: se avete notato i quotidiani online sono gli stessi che trovate su carta e, la loro versione elettronica altro non e’ che un surrogato di quella cartacea.

Il problema in questo caso sta alla fonte: la notizia e’ stata registrata da un’unica persona e quindi tutto quello che viene dopo, commenti, riflessioni ecc. ecc. dipendono da quell’unico punto di vista.

Un vento di cambiamento potrebbero essere i blog.

Essendo il blog di per se’ decentralizzato ecco allora che si puo’ procedere al recepimento di informazioni locali che altrimenti verrebbero perse.

I blog pero’ soffrono di una critica: la mancanza di garanzia che l’informazione riportata sia corretta e che colui che la riporta sia affidabile; tuttavia tale garanzia non e’ garantita neppure dagli organi di informazione ufficiali.

Annunci

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: